La casa (oltre al luogo di lavoro) è il luogo dove passiamo la maggior parte del tempo della Ns vita

Un ambiente salubre concorre certamente al benessere fisico e diversamente invece una intossicazione provocata da un aria sporca avviene lentamente e molte volte occorre molto tempo prima di accorgersi delle conseguenze. Tra i vari fattori che concorrono a rendere l’aria malsana ci sono :

Muffa e funghi : la muffa prolifera a causa di un ambiente molto umido e malventilato. Le conseguenze per la salute possono essere diverse, dal semplice raffreddore ad una forma acuta di congiuntivite e tosse cronica. Inizialmente non si associa nell’immediato la presenta di muffa in un ambiente a tali manifestazioni fisiche. L’umidità nell’aria deve oscillare tra il 40% e il 60%; sotto tale soglia l’ambiente è eccessivamente secco, sopra tale soglia l’umidità eccessiva genera muffa e funghi.

Monossido di carbonio: è un gas che viene generato da una cattiva combustione di composti che, appunto, contengono carbonio. Quando ci sono in luoghi chiusi apparecchiature difettose come stufe a gas, fornelli mal funzionanti, caldaie o camini otturati il pericolo di intossicazione e molto alto. La cucina principalmente è uno degli ambienti che più risente del peso dell’inquinamento da CO.

Microbi: centinaia di batteri invisibili che fluttuano nell’aria e che sono causati dall’eccessiva umidità dell’aria.

 

La soluzione sono i sistemi di ventilazione con recupero di calore PRANA. Essi purificano l’aria da microrganismi grazie allo scambiatore in rame, un antisettico naturale.

I dispositivi Prana sono sistemi di VMC con recupero di calore, studiati per rendere salubre l’ambiente in cui si vive o si lavora. L’aria interna viene aspirata ed espulsa all’esterno, ma il suo calore viene trattenuto mentre viene immessa aria nuova dall’esterno attraverso canaline separate. Prima che essa si misceli con il calore viene depurata con sistema brevettato di pulizia ciclonica e lo scambiatore in rame – antisettico naturale. Così l’aria pulita portata a temperatura ottimale viene reintrodotta nell’ambiente.

Un aspetto peculiare dei sistemi di ventilazione con recupero di calore Prana è che la loro installazione non prevede interventi invasivi e non occupa spazio. Il corpo cilindrico del recuperatore viene collocato nella parete attraverso un foro, quindi il modulo non è visibile; ad essere visibili sono le estremità che sporgono di pochi centimetri verso l’interno e verso l’esterno.

i vantaggi sono:

Assenza di formazione di muffa ; livelli di umidità ottimali; notevoli benefici per la salute; notevole risparmio energetico dovuto allo scambiatore interno

ll principio di funzionamento del recuperatore PRANA consiste nell’immettere aria pura prelevata dall’esterno e contemporaneamente espellere l’aria viziata contenuta nei locali (come fumo, odori, CO2, radon etc.). Lo scambiatore ad alta efficienza contenuto nel recuperatore l’aria che viene espulsa all’esterno cede il proprio calore all’aria pulita in entrata, senza che i due flussi vengano in nessun modo a contatto tra loro. Lo scambiatore di calore in rame garantisce la purificazione e la protezione dai microorganismi dannosi. Grazie a questo materiale viene conservata la composizione dell’aria e le componenti dell’energia naturale della stessa (che prende il nome di prāṇa) indispensabile per la salute umana.

Contattateci per ulteriori informazioni ed eventuali sopralluoghi per poter valutare l’intervento da effettuare e il prodotto da utilizzare !

 

uno dei vari modelli disponibili

 

 

un esempi di installazione