Ci sono indubbiamente molti motivi per poter scegliere il legno come materiale di pavimentazione della piscina :

  • La possibilità di camminare a piedi nudi e bagnati su un materiale naturale e ecologico come il legno stesso
  • il vantaggio estetico della soluzione in legno che a differenza di materiali sintetici o di soluzioni con piastrelle da’ certamente una migliore resa estetica della pavimentazione data anche e soprattutto dalla mutevolezza del materiale sia appena montato che anche dopo molto tempo
  • Se fortemente soleggiato come in questo caso è il pavimento che rilascia in assoluto meno calore e che quindi da il maggior senso di benessere se calpestato
  • Non è assolutamente vero che il legno ha una manutenzione !
  • L’utilizzo di legni come l’IPE o il TEAK da ampie garanzie di durata, stabilità, resistenza e durevolezza , non c’è materiale sintetico garantito anche a vita che dopo molti anni non ha perso la sua brillantezza e colorazione originaria, il legno dopo molti anni a fronte di un trattamento ad olio ridiventa certamente migliore di quando si è montato ; Non è assolutamente vero che il legno ha una manutenzione cosi’ frequente
  • Se si adotta una soluzione come quella in foto mettendo le quadrotte semplicemente in appoggio su un piano in stabilizzato è anche una soluzione estremamente economica rispetto al Decking

Nella attività ricettiva Villa Vita posta ai piedi di Assisi abbiamo eseguito questa realizzazione per una superficie di circa 50 Mq di quadrotte in legno di IPE

Con la committenza dopo aver valutato diverse soluzioni abbiamo concordato la quadrotta in appoggio su un piano in stabilizzato ma diversamente alla quadrotta dal formato quadrato classico abbiamo voluto ulteriormente personalizzare il Ns progetto.

le Quadrotte sono rettangolari di dimensione 100 x 200 Cm e nell’angolo dove si incontrano i 2 lati della piscina abbiamo progettato un angolo a spina per poter avere un disegno di maggiore pregio

la scelta dell’IPE inoltre e’ stata ponderata e voluta proprio per la irregolarita di tonalizzazione delle doghe, insieme alla natura che circonda la casa e all’utilizzo di altri materiali da costruzioni utilizzati nell’edificio quale Corten e pietra anche questi irregolari nella colorazione.

Ci complimentiamo inoltre con la committenza anche per la attenta e certamente azzeccata scelta dei corpi illuminanti che di sera rendono la visione della piscina suggestiva e unica

La preparazione del fondo di stabilizzato atto all’appoggio delle quadrotte

Il montaggio dell’angolo a spina

la illuminazione posta ai lati del pavimento

La mutevolezza e bellezza del legno IPE

Un ulteriore dettaglio della spina ad angolo